• Nome:
    Mirabilia all'Ambasciata di Mosca
  • Periodo:
    11 Ottobre 2013

Mirabilia all'Ambasciata di Mosca

Presentazione del progetto Mirabilia all'Ambasciata italiana di Mosca

11 Ottobre 2013
Ambasciata Italiana a Mosca

Nell’ambito dell’Anno Incrociato del Turismo italo-russo l’Ambasciata ha ospitato l’11 ottobre la presentazione del progetto Mirabilia, rete integrata di 9 siti UNESCO italiani meno conosciuti.

Mirabilia, “le meraviglie”, è un progetto dedicato a 9 “meraviglie” dell’Italia meno conosciuta, ha spiegato l’Ambasciatore Cesare Maria Ragaglini. Nel Medioevo, i Mirabilia Urbis Romae erano l’equivalente delle nostre moderne guide di viaggio, che guidavano i pellegrini tra gli itinerari della città eterna. “Mirabilia” vuole invece condurre i viaggiatori - e in particolare quelli russi - attraverso 9 luoghi che ospitano 9 siti UNESCO iscritti nella lista del patrimonio dell’umanità, ma meno noti al turismo italiano e internazionale. 

L’Italia conta il maggior numero di siti inseriti nella lista del patrimonio dell’umanità. Dopo l’iscrizione delle Ville Medicee e dell’Etna, i siti italiani riconosciuti dall’UNESCO sono oggi 49, l’80% dei quali situati al di fuori dei circuiti turistici classici, di Roma, Firenze, Venezia e Milano. E’ questo l’obiettivo dell’Anno incrociato del Turismo tra l’Italia e la Russia, far scoprire ai viaggiatori russi le “meraviglie” italiane meno conosciute. Mirabilia è una rete che riunisce 9 di queste realta’ meno note (Brindisi, Genova, l’Aquila, La Spezia, Matera, Perugia, Salerno, Udine e Vicenza), creata dalle 9 Camere di Commercio interessate che si sono fatte “Ambasciatrici” dei rispettivi siti UNESCO al fine di accrescerne la riconoscibilità sul mercato turistico italiano e internazionale. 

Con Mosca, Mirabilia si è presentata per la prima volta all’estero con pacchetti fatti su misura, disponibili in lingua russa e differenziati per destinazioni e durata (week end, week end lungo, settimana). Nato da un primo esperimento lanciato dalla Camera di Commercio capofila, Matera,  con una prima rete “UniamoUnesco” di 5 siti, Mirabilia punta ad esportare questo modello anche fuori dai confini nazionali, proponendosi come progetto europeo.
Alla presentazione del progetto e dei 9 territori Mirabilia è seguito il concerto del Maestro Massimo Quarta, il primo violinista italiano a vincere, dopo Accardo, il premio Niccolò Paganini.